Comunicati stampa

Stampa, la rivoluzione è digitale

Utilizzando le tecnologie di Xerox, la tipografia pugliese Mediatipo si è imposta a livello regionale


16 settembre 2008 – Fare il salto di qualità, per una piccola azienda locale, significa anche avere lungimiranza e coraggio per puntare su nuovi mercati e servizi. Doti che di certo non sono mancate a Mediatipo, una realtà attiva da oltre trent’anni nel settore della tipografia in Puglia, che oggi, grazie agli ambiziosi investimenti a lungo termine pianificati già nel 2000, può contare su un ruolo di leader a livello regionale e su un fatturato notevolmente più consistente. Punto di svolta cruciale dell’attività di Mediatipo è stato l’avvio della collaborazione con Xerox, le cui tecnologie di alta qualità per la stampa digitale hanno consentito di aumentare le tirature e l’affidabilità della produzione.

Servizi innovativi

Da sempre attiva nel settore della stampa a modulo continuo, con gli anni Mediatipo si è dedicata più approfonditamente ai prodotti commerciali, dai depliant alle carte intestate passando per cataloghi e volantini, anche in tecnologia UV; successivamente ha ampliato la gamma della sua offerta con stampe digitali, serigrafie e UV flatbed di grande formato, incisoria elettronica e fresatura digitale. Un campionario di prodotti sempre più vasto ed esaustivo che rende ancor più pressanti le esigenze di rispetto dei tempi di lavorazione: per questo motivo, oltre che per far fronte a una concorrenza che cresce di giorno in giorno, la scelta dei giusti macchinari con cui lavorare è un fattore assolutamente cruciale.

Anticipati i tempi


In questo senso Mediatipo ha anticipato i tempi, implementando già otto anni orsono il passaggio al digitale, come spiega l’Amministratore Delegato e Responsabile Settore Digitale, Cristiano Zonno: “Mi piace definirci un’azienda storica che propone un servizio innovativo. Attualmente siamo alla seconda generazione di un’attività che ha più di 30 anni di storia sul mercato pugliese; quattro cugini, figli dei due vecchi fondatori, impegnati a dare un volto all’azienda, adeguandosi ai tempi e orientandosi su tecnologie digitali”. In questa fase di sviluppo di Mediatipo ha giocato un ruolo determinante la partnership con Xerox, che ha permesso all’azienda da un lato di potenziare l’attività già in corso senza pregiudicare affidabilità e qualità dei prodotti, e dall’altro di esplorare nuove tipologie di lavoro. La stampante iGen3, scelta da Mediatipo per rispondere alle sue esigenze nei settori della stampa commerciale e dell’editoria, ha infatti permesso di migliorare il rendimento rispetto al tradizionale offset almeno su tre piani: la velocità, la possibilità di lavorare su piccole tirature e la gestione del dato variabile. Grazie a questa scelta, Mediatipo ha potuto dunque fronteggiare le richieste di lavori con piccole tirature, che quasi nessun altro concorrente a livello regionale può eseguire, e di conseguenza guadagnare una posizione di preminenza sul mercato togliendosi anche qualche soddisfazione in più: “Credo di poter affermare,” rivendica orgogliosamente Cristiano Zonno, “che localmente non abbiamo seguito l’evoluzione del mercato, ma viceversa siamo noi ad averla dettata”.

I titolari dell’azienda tipografica, comunque, non hanno intenzione di fermarsi ai pur importanti risultati raggiunti e hanno già inquadrato nuovi obiettivi ambiziosi: “Abbiamo in programma,” conclude Zonno, “di estendere l’utilizzo delle applicazioni: il mercato va in quella direzione e questa è una tecnologia su cui puntiamo”.

Stampa a 360 gradi

Mediatipo opera da oltre 30 anni nel settore della tipografia; la sua sede centrale occupa una superficie di circa 5.000 mq a Modugno, nella zona industriale di Bari. L’impiego di tecnologie all’avanguardia è da sempre un dato caratterizzante dell’azienda pugliese, che offre alla sua clientela – formata da privati e imprese – una vasta gamma di soluzioni per la stampa nei più svariati settori: dai moduli in continuo (conti correnti, autoimbustati, gratta e vinci) alla stampa piana (stampa commerciale, carte intestate, biglietti da visita, brochure, cataloghi), fino a libri, riviste e giornali, alla serigrafia digitale (quadri, vetrate, targhe, striscioni) e all’incisoria elettronica.

La velocità e la personalizzazione sono le migliori qualità della stampante digitale iGen3, che offre grandi vantaggi nel marketing e nell’editoria

Il rilevante investimento effettuato da Mediatipo per l’acquisto della stampante iGen3 di Xerox testimonia la fiducia riposta dagli operatori del settore tipografico nei confronti delle tecnologie digitali, la cui introduzione ha messo a disposizione un’intera gamma di tecniche di stampa in precedenza difficili da mettere in opera. Uno dei vantaggi più rilevanti, come detto, è la possibilità di stampare anche piccole tirature senza aumenti dei costi, ma non solo: “L’acquisto di iGen3,” spiega l’amministratore delegato di Mediatipo, Cristiano Zonno (nella foto qui accanto), “nasce per rispondere alla richiesta di piccole tirature, ma tra i nostri obiettivi più importanti c’era l’ingresso nel mercato del dato variabile e dell’editoria a colori”. La possibilità di stampare dati diversi per ogni copia del prodotto, infatti, rende la stampa digitale uno strumento imprescindibile per il marketing one-to-one, mentre i bassi costi della stampa a colori forniscono un ausilio ideale a chi si occupa di comunicazioni promozionali e pubblicitarie. Altra novità introdotta con la stampa digitale è la possibilità di rivedere e personalizzare il materiale richiesto online, prima della produzione, inviando eventuali modifiche e aggiornamenti direttamente alla stampante. Infine, l’editoria si avvantaggia delle tecnologie digitali stampando soltanto le quantità richieste di riviste, libri e giornali, evitando così i costi dello stoccaggio e quelli delle copie invendute.

Rapporto di fiducia

Tutto ciò non basta, comunque, a spiegare il perché la scelta di Mediatipo sia caduta sul prodotto Xerox piuttosto che su una delle alternative. In fase di acquisto infatti, benché l’azienda fosse già orientata su un modello ben preciso, le caratteristiche di produttività e flessibilità di lavorazione avevano fatto sì che fosse presa in considerazione anche una stampante per il formato 35×50, salvo poi propendere per l’iGen3. In questa decisione ha giocato un ruolo importante il fattore della conoscenza maturata nel corso degli anni: già da tempo, infatti, l’azienda aveva avuto modo di apprezzare l’affidabilità del servizio di Xerox, attraverso la continuità e la qualità del servizio di assistenza tecnica, fondamentale per contenere il più possibile i tempi di fermo-macchina e le relative ripercussioni sul fatturato. In particolare, la grande affidabilità della stampante iGen3 garantisce lunghi periodi di produzione senza necessità di interventi.

Decisiva è stata anche la capacità di Xerox di proporsi nei confronti di Mediatipo non soltanto nella veste di fornitore di beni e servizi: “Se devo dare un giudizio sul rapporto che abbiamo con Xerox,” sottolinea Cristiano Zonno, “mi viene da pensare prima di tutto a un partner. I risultati lo dimostrano: l’operazione ci ha permesso da una parte di aumentare il fatturato di una cifra quantificabile intorno al 10-15%, e dall’altra ci ha consentito anche di ottenere una maggiore fidelizzazione dei nostri clienti”. Inoltre, la collaborazione ormai pluriennale con Xerox ha consentito ai responsabili dell’azienda pugliese di acquisire nuove competenze tecniche e di approfondire quelle già esistenti, offrendo così ai propri clienti un servizio migliore. “Decisamente,” conclude Zonno, “ci sentiamo padroni del settore digitale”.

.